Poesie della Terra

1 Giugno 2011

Spazio Espositivo ” La Filanda ” Loro Ciuffenna

11 /19 Giugno 2011

Marco Randighieri e Giuliano Monechi, due artisti toscani che lavorano nel Valdarno, si sono uniti per questa esposizione basata sul tema della “terra”, da loro esplorata da più punti di vista: attraverso l’obiettivo di una fotocamera come attraverso immagini video, tramite pennello e manualità, per giungere alla resa di una realtà tutt’altro che scontata e immediata.

Dietro tutti i loro lavori c’è una lunga riflessione, una lunga osservazione della realtà, che vista con occhi attenti viene restituita nella sua essenza e nella sua materialità particolare. Marco Randighieri ci porta in un viaggio all’interno di alberi, accelera il tempo per meglio rendere il movimento delle nuvole, ci ricorda che il loro moto di crescita e sviluppo è duraturo, se non eterno, qualora venga osservato dal nostro punto di vista. Ma allo stesso tempo questo artista si impone nelle sue opere e ci restituisce anche una realtà immaginaria, modellata tramite l’accostamento di forme che giocano tra di loro a formarne altre: un casale con una ruota che ricorda un trattore o un monumento equestre con un neo-colosseo alle spalle.

Giuliano Monechi ci espone differenti sequenze dello stesso soggetto e comunica situazioni diverse attraverso i colori: dal rosa di un albero leggermente solleticato dal vento, al verde di uno spinto da uno spirare più vigoroso, al blu di un altro in guerra con gli elementi atmosferici. Il tutto in uno sfondo solcato da infinite linee, dal colore sano o malato. Bidimensionalità del soggetto e tridimensionalità della trama e delle chiome per questo artista singolare, che in fondo possiamo dire che ci rappresenti sulla sua tela.

“Poesie della terra” dunque, osservazioni che ci inducono alla riflessione e ci restituiscono la realtà con concretezza, immaginazione o pura fantasia.